i_parcellari_logo

IL PROGETTO

Nel 2019, insieme a Monica Pedrotto – compagna di vita e co-ideatrice del progetto, inizia l’avventura de IParcellari. Dall’incontro con Agostino Malvicino, in quel periodo direttore dei Produttori di Govone, si realizza l’idea di valorizzare al meglio i 300 ha dei soci attraverso una selezione parcellare dei migliori vigneti per produrre vini di altissima qualit√† del territorio piemontese sotto l’etichetta UNESCO, le Langhe, il Roero e il Monferrato. Il progetto nasce nel vigneto Bricco Pizzo, a Cioccaro di Penago- Asti, dove Davide ha svolto il ruolo di Responsabile Sommelier per la Locanda del Sant’Uffizio di Enrico Bartolini – decorato, all’epoca, con una stella Michelin; ora accompagnata dalla seconda- fino a Gennaio 2021. Da qui tutto nasce: Davide e Agostino iniziano a guardare il mappale delle vigne e le sue Parcelle, analizzando terreni e cloni delle uve. Con la collaborazione e il lavoro meticoloso dell’Enologo Claudio Dacasto, vengono individuate le Parcelle ideali per produrre vini in grado di valorizzare al meglio i terroir dei tre siti selezionati: Portacomaro, Montegrosso d’Asti e Govone.

Da qui il nostro motto: UN VIGNETO, UNA PARCELLA, UN VINO.

All’inizio del 2022 entra nel team Maurizio Gily, come consulente agronomo. L’obiettivo √© quello di migliorare la conduzione dei vigneti per affrontare al meglio la sfida del cambiamento climatico e ricercare nuove parcelle e nuovi vitigni da produrre.

ALBAROSSA

PARCELLA 269

NEBBIOLO D’ALBA

PARCELLA 21

RUCHE’

CASTAGNOLE MONFERRATO

GRIGNIOLINO D’ASTI

PARCELLA 505

BARBERA D’ASTI

PARCELLA 563

PIEMONTE CHARDONNAY

PARCELLA 146

SAUVIGNON

PARCELLA 602